Free Call 0110464109
In offerta!

La storia della nonna-bambina

14.00 13.30

Novità

Una nonna-bambina trasmette con delicatezza e serenità i suoi ricordi di «una storia che ricorda bene» e la racconta «da piccola verso i piccoli». Lei, ebrea, sopravvissuta alla deportazione con la responsabilità di far sì che non si perda la memoria di quei terribili fatti accaduti, ha attraversato da bambina quegli eventi senza perdere la gioia di vivere, anzi ricavando da quelle drammatiche esperienze la forza per raccontarle alle generazioni future. Quindi, una «nonna-bambina»: «nonna» perché lo dedica ai suoi nipoti, i figli di sua figlia Dafne, che hanno la stessa età che lei aveva quando fece l’esperienza del campo di concentramento; «bambina » perché si rivolge direttamente a tutti i bambini affinché coltivino sempre dentro di loro la positività e la speranza.

Descrizione

Susanne Raweh

La storia della nonna-bambina

la Shoah raccontata ai piccoli

 

Illustrazioni di Dafna Schonwald

 

pagine 48

prezzo € 14,00

formato cm 19 x 26, brossura filorefe a colori con alettone

Collana i Tematolibri | Affrontiamo la Shoah

ISBN 978-88-31237-51-2

 

Argomento

  • La forma: rivolto ai piccoli, questo delicatissimo racconto autobiografico dona positività e speranza senza tralasciare la possibilità di fornire molti spunti di riflessione.
  • La trasversalità del racconto: l’autrice, una delle poche testimoni ormai rimaste, con l’aiuto della figlia, “dialoga” con i giovanissimi lettori.
  • I temi: la speranza; la gioia; l’importanza degli affetti familiari.

«Un modo per rispondere a chi, come l’autrice, in questi anni si è posto il problema della testimonianza dopo i testimoni» Prof. Deborah D’Auria (titolare della Cattedra di Storia dell’Ebraismo).

 

Profilo del lettore

  • Bambini dai 7 anni in su

 

 

Profilo dell’autore e dell’illustratrice

Susanne Raweh, ebrea, classe 1938. Professione psicoterapeuta. È nata a Bucarest in Romania e vive tra Torino e Tel Aviv. Ha studiato Letteratura inglese e Linguistica all’Università di Gerusalemme. Ha insegnato per alcuni anni all’Università poi si è trasferita con il marito Haim e la figlia Dafna in Italia. Ritornata in Israele, Susanne ha cambiato professione, ha studiato Assistenza sociale con indirizzo psichiatrico, specializzandosi in terapia della coppia e della famiglia, lavorando in questo settore per undici anni. È stata psicoterapeuta della coppia e della famiglia ad “Amcha”, centro israeliano per il supporto psico-sociale dei superstiti della Shoah e delle loro famiglie Di lei colpiscono l’allegria e la schiettezza.

Dafna Schonwald, è figlia di Susanne. Ha illustrato solamente questo libro, per sua madre, per i propri figli e per i piccoli lettori.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.292 kg