Free Call 0110464109

La giostrina di Boubat

10.00

COD: MP68 Categorie: , , , Product ID: 2361

Descrizione

Flavio Gatti

La giostrina di Boubat

per quattro arpe

Partitura e parti

pagine 16 

prezzo € 10,00

Collana We Play the Harp

ISMN 979-0-705031-13-3

 

Descrizione

La giostrina di Boubat è una breve composizione nel cui tema risuona certa musica francese dei primi del Novecento, di sapore naif e lievemente malinconica con echi della coeva musica russa. L’autore la scrisse, in origine, per ensemble di ocarine e ne realizzò successivamente altre versioni per chitarre e per pianoforte. Quando l’ho ascoltata nella stesura pianistica, la mia fantasia si è subito messa al lavoro nel desiderio di farla eseguire a un gruppo di piccoli arpisti, purché fosse esperto in musica d’insieme. I temi, le diverse voci e gli ostinati ritmici hanno trovato facilmente collocazione all’interno di quattro parti che si muovono a volte all’unisono, ma spesso in modo autonomo. Occorre suonarlo con leggerezza, in modo fresco, facendo emergere le piccole dissonanze e le diverse linee contrappuntistiche.

Il brano è eseguibile anche con arpe celtiche.
Le diteggiature sono pensate in funzione dei fraseggi e del ritmo. L’indicazione del metronomo è solo un suggerimento.

Indicazioni didattiche di Gabriella Bosio

LEGGI RECENSIONE

 

La collana We Play the Harp ha come obiettivo principale quello di avvicinare i giovani allievi di arpa al repertorio cameristico e quindi di accrescere le proprie abilità nell’arte musicale. I brani sono realizzati per essere suonati anche con l’aggiunta facoltativa di altri strumenti melodici (ad esempio flauto, violino, clarinetto, ecc.) e in chiave di basso (violoncello, fagotto, pianoforte, ecc.). In questo modo è possibile eseguire dei piccoli “brani sinfonici” ideali per le manifestazioni musicali pubbliche. I brani sono stati composti per arpe a levette; le alterazioni per queste arpe sono indicate all’interno di un quadrato con, in numero romano, l’indicazione esatta della levetta da alterare e sono scritte, quando è possibile, all’inizio del brano oppure dove si ritiene meglio inserirle. I pedali sono segnati, come da tradizione, con le lettere. Ogni fascicolo è composto dalla partitura e dalle singole parti per ogni strumento con l’aggiunta, dove si è ritenuto necessario, delle diteggiature. La parte del basso, anche se provvista di arcate, può normalmente essere eseguita da qualsiasi strumento “di continuo”. Tutte le singole parti sono fotocopiabili.

 

Informazioni aggiuntive

Peso 0.085 kg